La nostra struttura

Ambientamento

L’ambientamento è un momento delicato e importantissimo per la serenità dei bambini. Le educatrici aiutano la famiglia ad organizzare passaggi graduali e significativi affinché i piccoli si sentano sicuri e sereni.

Un costruttivo scambio con le famiglie è elemento fondativo della riuscita.

Le educatrici sapranno guidare i genitori in questo delicato passaggio, rassicurando e consigliando i comportamenti più adeguati. Il distacco avviene gradualmente, ed avviene per breve tempo a seconda della sensibilità del bambino.

Solitamente per un sereno ambientamento sono necessari 15 giorni, Il percorso comunque è molto soggettivo.

Il sonno

Il sonno per i bambini è essenziale, sia per il benessere del corpo sia per il recupero delle energie. In tutto ciò è essenziale ed importante sia la ritualità sia la regolarità, ognuno ha il suo ritmo di sonno. Quando ci si addormenta il nostro cervello intraprende un viaggio: a cicli, non uniforme, rigenerante. Nel nido Montessori i bambini riposano quando lo desiderano, in un ambiente a loro noto.

Aspetti psicologici del sonno: dormire per il bambino vuol dire separarsi da tutto e da tutti, perdere il controllo di quello che accade, non è semplice, e può riemergere l'ansia da separazione. L'educatrice montessoriana, consapevole della delicatezza del passaggio veglia - sonno, coglie i segnali di ogni bambino, ne asseconda i ritmi naturali nel rispetto delle sue abitudini, rassicura.

Il cibo

Il divezzamento è una fase necessaria che fa parte della crescita di ogni bambino. È un passaggio obbligatorio per il bambino che passa dal cibo liquido (latte) al cibo solido e tale passaggio è condizionato da una necessità fisica. In questa fase è importante procedere con gradualità, rispettando sempre i bisogni del bambino, rassicurando e supportando anche la madre; perché in genere, l'inizio del divezzamento coincide con il rientro al lavoro.

Il pasto è un bellissimo momento di convivialità e di relazione. Il bambino deve essere libero di manipolare il cibo, di sperimentare e di assaggiare. Deve poter raggiungere un'autonomia e consapevolezza sempre maggiori, maturando la voglia di scoperta e di piacere verso il cibo sviluppando con esso una relazione positiva.

La struttura si serve da un Catering esterno, che offre un menù supervisionato dall’ATS di competenza e offre menù stagionali e diversificati nel corso dell’anno, per poter dare la possibilità di esperienze il più varie possibile. Composizione dei menù, qualità e modalità di somministrazione del cibo sono garantiti dal sistema di autocontrollo H.A.C.C.P. e sorvegliati dall’ATS (ASL) di competenza.